Chanoux si rivolta nella tomba…

| buttato dentro il 30 maggio 2008 | alle ore 10:14 | da | nelle categorie aosta, demenza giovanile, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire leggi i 5 commenti e aggiungine un altro » |

Mio cugino è fascista.
Fossi fascista anche io, potrei dire che in ogni famiglia le disgrazie ci sono: uno nasce ghei, uno minorato mentale, uno fassista, uno komunista. E’ matematico. Ma non sono fascista, e discorsi così semplicistici li uso soltanto come artificio retorico per farvi sorridere un po’.
Ebbene, il suddetto fascista, militante, è già stato a visitare il glorioso giacilio eterno del Duce, a rendere omaggio ai luoghi storici della vita della guida e luce dell’italico popolo, girando sempre al largo di piazzale Loreto, delle leggi razziali del ’38 (ovviamente troppo blande) e sputando persino su Alemanno («quello non è mai stato fascista!»). Sminuisce la Resistenza, dicendo che ha fatto più male che bene, e che se non fosse esistita avremmo oggi la stessa libertà. Odia i komunisti, i democristiani, non vota nulla più a sinistra della Fiamma Tricolore. Colleziona filmati d’epoca, gli manca proprio soltanto il busto di Benito in camera: come avete capito, un vero caso patologico.

Ebbene, mai avrei fatto questa lunga introduzione se non per sfotterlo un po’: alle ultime elezioni, cotanto pezzo di italica razza, sì ardito e fiero, sì convinto della luce che ha visto nel fascio littorio e nell’italica patria…
(suspense)…
In fondo il voto è segreto…
No, in fondo me lo ha detto lui… Ridacchiando…
No, non lo dico per privacy.
Sì, lo dico. Sicuramente così facendo lui rifletterà un po’, e rifletteranno anche i miei pochi lettori.

… ha votato Union Valdôtaine. Union Valdôtaine. Union Valdôtaine. Union Valdôtaine.

Del voto, è stato facile ottenere risposta. Ma il motivo, gliel’ho estorto, a fatica, l’altra sera. E ci sono rimasto. Cosa c’entrerà l’UV con i fascisti, mi chiedevo? «Tanto è un voto su 30mila», mi ha replicato: bella convinzione da militante politico, penso. «Sì, ma un militante come te, dovrebbe avere delle idee. E votare un partito tipicamente antifascista per un fascista dovrebbe essere impossibile», replico.
Eppure è successo. Insistendo, è uscito che qualcuno gli ha promesso qualcosa. Ahi ahi… Siamo alle solite… Le voci che si rincorrevano, mai confermate nella pratica (almeno al mio orecchio distratto), che l’UV aiutasse la propria campagna con promesse e promessuccole ha conferma. Ma non è questo il punto: se si riescono a convincere anche i militanti (persino gli estremisti) con simili giochetti, siamo proprio alla frutta, come società…
E ci meritiamo quello che è successo, a Roma e ad Aosta.


5 Comments on “Chanoux si rivolta nella tomba…”

  1. 1 Anonymous said at 11:06 on maggio 30th, 2008:

    cito la vedova almirante: “chille nunnè fascist, chill’è nu drugat”

  2. 2 Anonymous said at 11:09 on maggio 30th, 2008:

    Tuo cugino si aggiunge alla lista di persone che lasciamo da parte i propri ideali e i propri cimeli (a proposito vicino a torino c’e’ un autogril dove vende il busto del duce, ma a questo punto conviene aspettare che facciamo quello dell’imperatur) per la promessa di qualche favore (ma nel 2008 cé ancora qualcuno che ci crede???).
    Tra qualche anno tutti quelli che abitano in collina si lamenteranno dei fumi dell’inceneritore? (scusate, termovalorizzatore), sarà divertente chiedergli cosa hanno votato.

    :-D

  3. 3 Fabio said at 14:52 on maggio 31st, 2008:

    Il cugino sono io,e non ho votato per convinzione ne tantomeno perchè credo nell’UV anzi.L’unica cosa che mi ha spinto a farlo è stata la richiesta di un amico e dato che le altre scelte non le ho prese manco in considerazione uguale ho preferito aiutare quell’amico che votare altro.

    Non ci sono giochetti dietro o crisi di coscienza o svendita di valori.

  4. 4 manomano said at 15:24 on maggio 31st, 2008:

    Non minimizzare… a me pare un comportamento ridicolo, ed è strano che non te ne renda conto. Sei convinto delle tue idee (che io reputo balzane), non vedo come, proprio nel momento del voto, anziché turarti il naso e votare la parte a te più vicina tu abbia deciso di “aiutare un amico”. Il voto dovrebbe essere proprio l’apice dell’impegno politico e sociale che tu ti proponi.

    Se non è così, e se per te la democrazia non è importante, posso reputare la tua scelta legittima, ma non la condivido nuovamente

  5. 5 Stefano said at 11:58 on giugno 4th, 2008:

    come Fabio hanno votato in migliaia….una cosa però hanno omesso….l’UV per accaparrare voti ha sempre promesso favori, lavori ecc…. ( vedi casinò) ma ciò che ancora nessuno ha capito è che tutto ciò che hanno promesso non riusciranno a realizzarlo….e poi, svendere il proprio voto, l’unico strumento che abbiamo per dire la nostra, al politichino di turno che ci promette il posto al casinò mi pare proprio triste e schifoso…anch’io ho ricevuto richieste, promesse ecc ma nessuno mai riuscirà a comprare le mie idee, e credo che così dovrebbero pensarla tutti quanti per avere una vera democrazia.


Leave a Reply