Accuratezze della linguistica

| buttato dentro il 2 febbraio 2009 | alle ore 22:00 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Cattivo!Bobo Maroni dice che bisogna essere cattivi con gli immigrati. Un piccolo genio, un ministro della Repubblica che misura le parole, che conduce il Paese con rettitudine, con la costutuzione come unico riferimento. Cattivi. Bisogna essere cattivi. Il Demauro Paravia online non è molto d’accordo, a dire il vero. Bisogna spulciare tra una ventina di definizioni, e alla fine non si trova un solo caso di “cattiveria positiva”. Semmai quella è determinazione, autorevolezza, legalità, qualcuno direbbe giustizialismo…
Leggetevi ciò che significa “cattivo”, e riflettete un secondo sul “primato della politica sulla società e sull’economia”: Continua…


Appuntamento a casa La Russa

| buttato dentro il 3 giugno 2008 | alle ore 12:36 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , | se hai qualcosa da dire leggi i 3 commenti e aggiungine un altro » |

Mi raccomando, non diteglielo: sorpresa! Ci troviamo tutti a casa di Ignazio La Russa, ministro della difesa, per fargli una sorpresa. Tutti nascosti dietro al divano, e quando accende la luce gli gridiamo “sorpresa!“. “Sooooooorpresa!!!

Non sapete perché? No, non è il suo compleanno.
Semplicemente, oggi se ne è uscito dicendo che il reato di clandestinità verrà sanzionato presto, perché ci sono comportamenti “meno gravi che sono sanzionati penalmente, come ad esempio la violazione di domicilio“. Visto che è “meno grave”, quando si troverà 250 persone in camera da letto, magari un pensierino, per cambiare idea, lo farà…


Il problema sicurezza e il partito del tergicristallo

| buttato dentro il 12 novembre 2007 | alle ore 11:49 | da | nelle categorie giornalismo, politica, sport | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Un noto blogger anonimo (noto e anonimo sembrano in antitesi, ma così non è…) della sinistra valdostana parlava del “partito del tergicristallo” per indicare una serie di partiti e movimenti regionalisti e locali che passavano da destra a sinistra e viceversa come una banderuola, in base alla convenienza politica, al tema affrontato, al ritorno finanziario previsto, alla convenienza.
Ecco, a livello nazionale siamo tutti un po’ “partito del tergicristallo”. Un giorno ci scagliamo come caproni contro i romeni, poi contro i rom (come se fossero la stessa cosa e come se potessero essere tutti delinquenti). Poi invochiamo la repressione degli immigrati, di qualunque colore e sapore, con task-force apposite delle forze dell’ordine, aumenti di organico, aumento della spesa per la sicurezza o addirittura ronde squadriste.
Passa un giorno, e tutti sono contro i poliziotti, anche loro tutti uguali e tutti delinquenti dalla pistola facile. Distruggiamo le questure, le camionette, tutto. E mandiamo al patibolo chi ha sparato.
O meglio, mandiamolo in Romania in soggiorno premio…

Nell’immagine, il cartello moderato e pacificatore apparso sulla vetrina del negozio del ragazzo ucciso.


Com’è dura essere cattolico al giorno d’oggi…

| buttato dentro il 27 agosto 2006 | alle ore 12:02 | da | nelle categorie dio, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Percorrono brividi lungo la schiena quando si viene a sapere che una folla cattolicissima e adorante ha applaudito a piene mani l’intervento di pura idiozia dell’ex premier Silvio. Un’ovazione quando Silviuccio ha dichiarato di volere un’”Italia cattolica” e non un’”Italia multietnica”, il sogno della Sinistra. Alla faccia di Comunione e Liberazione, della carità cristiana, dell’uguaglianza, dell’antirazzismo.

Ma tanto se avesse ruttato, avrebbero applaudito lo stesso…