[Votantoine] La maggioranza regionale scricchiola per colpa di un dibattito televisivo

| buttato dentro il 17 febbraio 2011 | alle ore 13:11 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , , , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire leggi il commento e aggiungine un altro » |

La maggioranza regionale formata da Union Valdôtaine, Stella Alpina e Fédération Autonomiste ha navigato ferma come un transatlantico in acque agitate per quasi metà legislatura. Negli ultimi mesi è passata indenne all’insidioso confronto con la base unionista, descritta come riluttante ma che alla resa dei conti ha accettato di buon grado il disegno del vertice di un accordo con il Pdl. Ha resistito allo sfaldarsi del governo nazionale, con cui ha voluto un accordo politico proprio durante le strappo di Fini e il balletto di numeri risicati per la fiducia. Ha rintuzzato con calma serafica – e qualche piccolo sfogo – gli scatti in avanti di Leonardo La Torre, detto Diavolina: l’acceleratore ideale per fare scintille con il nuovo alleato azzurro. Buona lettura su AostaSera.it…


[Votantoine] In piazza per dire “basta”: dopotutto è febbraio…

| buttato dentro il 8 febbraio 2011 | alle ore 16:27 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Un gruppetto di un trentina di donne, di diversa età ed estrazione sociale, si è radunato domenica in piazza Chanoux, ad Aosta, con cartelli dall’eloquente scritta “Sono donna e dico basta”. Qualcuno, a sinistra, ha colto la palla al balzo e ha messo la Bandierina Democratica (BD) sull’allegra brigata. «Erano in piazza contro Berlusconi», ha pensato Raimondo Donzel, consigliere regionale e segretario valdostano del Partito Democratico, passando di lì – non si sa quanto – per caso. Non sia mai: su Facebook si è scatenata una gazzarra senza eguali. Buona lettura su AostaSera.it…


[AostaSera.it] Tre assessorati a Stella Alpina, uno alle altre forze. Il PdL avrà anche la presidenza del Consiglio

| buttato dentro il 1 giugno 2010 | alle ore 20:13 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Sono bastati pochi minuti alle forze di maggioranza del Comune di Aosta per dirimere la questione delle deleghe assessorili e degli incarichi per la nuova consigliatura. Union Valdôtaine, Stella Alpina, Fédératione Autonomiste e Popolo della Libertà hanno trovato presto la quadra, nella riunione di oggi pomeriggio in avenue des Maquisards, all’insegna dell’armonia. Tre assessorati andranno alla Stella Alpina, che li conferma dalla passata consigliatura perché uscita rafforzata dalla tornata elettorale. Le altre forze si acconteranno di un Assessore a testa; il PdL avrà la presidenza del Consiglio. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] Lega Nord e Italia dei Valori fuori dal consiglio comunale di Aosta

| buttato dentro il 24 maggio 2010 | alle ore 17:20 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Quello che è uscito dalle elezioni comunali del 23 maggio è un Consiglio comunale di Aosta in gran parte rinnovato, “e soprattutto ringiovanito”, come tiene a sottolineare il nuovo sindaco Bruno Giordano. Molti i volti noti, da Andrea Paron, autore di un exploit per il PdL, che si dichiara “soddisfattissimo per un risultato ottenuto grazie al sostegno di tutta la componente ex Alleanza Nazionale”. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] Scopelliti ad Aosta: “quella tra UV e PdL è un’alleanza strategica”

| buttato dentro il 21 maggio 2010 | alle ore 12:06 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Questa è un’alleanza strategica: ci presenteremo anche alle amministrative e alle regionali con questi alleati“: il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, esponente di punta di Alleanza Nazionale prima e del Popolo della Libertà poi, ha tracciato il sentiero da seguire per una coalizione, quella tra autonomisti e centro-destra, che “rappresenta il governo del fare: la gente dalla politica vuole chiarezza e buongoverno, due cose che la sinistra non ha mai saputo dare, tantomeno in questo momento di crisi” e che dovrà saper andare oltre l’appuntamento elettorale del 23 maggio. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] UV e alleati: “Vinceremo al primo turno, la gente non è stupida”

| buttato dentro il 21 maggio 2010 | alle ore 11:08 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

E’ la prima volta in sessant’anni di storia dell’autonomia che la Regione ha scelto Aosta per una serie cospicua di investimenti“: Bruno Giordano, candidato sindaco della coalizione tra Union Valdôtaine, Stella Alpina, Fédération Autonomiste, Popolo della Libertà e Lega Nord, spiega così il “grande cambiamento che vogliamo portare alla città, attraverso un progetto chiaro e lungimirante, fatto per i nostri figli e per rendere Aosta moderna capitale dell’autonomia“. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] De Magistris ad Aosta: “evitiamo la frantumazione della sinistra”. E fa assist all’ALPE

| buttato dentro il 16 maggio 2010 | alle ore 21:17 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Se l’intento di portare i big della politica nazionale ad Aosta era di far parlare di sé, indubbiamente l’Italia dei Valori ci è riuscita: prima Antonio Di Pietro ha attaccato frontalmente UV e PdL, suscitando reazioni di sdegno da parte dei cinque dirigenti dei partiti autonomisti e del centro-destra; oggi, domenica 16 maggio, le parole di Luigi De Magistris sono destinate a far discutere, questa volta a sinistra. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] Di Pietro ad Aosta: “il governo romano ricatta la Valle e promette soldi che non ci sono”

| buttato dentro il 10 maggio 2010 | alle ore 15:12 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Se io fossi un magistrato, nell’accordo tra UV e PdL ravviserei due reati“: Antonio Di Pietro ha esordito senza mezzi termini nel comizio organizzato per sostenere i candidati dell’Italia dei Valori per le elezioni comunali di Aosta, che appoggiano, assieme al PD, i candidati Michele Monteleone e Fabio Platania. “In primo luogo – prosegue il leader IdV -, ravviserei il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso“. Buona lettura su AostaSera.it


[AostaSera.it] Presentati i 140 “cavalieri dell’autonomia”. “Sta per iniziare la rivoluzione copernicana”

| buttato dentro il 4 maggio 2010 | alle ore 17:07 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

La campagna elettorale della coalizione tra Union Valdôtaine, Stella Alpina, Fédération Autonomiste, PdL e Lega Nord è iniziata ufficialmente ieri sera, in un teatro Giacosa gremito in platea, ma con ampi vuoti in galleria. Tra musiche trionfali, rulli di tamburi ed effetti speciali, la presentazione del programma “Aosta capitale dell’autonomia“, preparato dai candidati e sottoscritto dalle forze politiche per lo sviluppo della città nei prossimi anni, si è trasformato in un tiro al piccione sull’opposizione. Buona lettura su AostaSera.it


[Votantoine] … gli ultimi sussulti in Consiglio comunale in attesa del grande giorno

| buttato dentro il 9 aprile 2010 | alle ore 20:45 | da | nelle categorie articoli veri | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Paolo Conte consigliava: “non perderti per niente al mondo / lo spettacolo d’arte varia / di uno innamorato di te“: il corteggiamento è terminato, e in Consiglio comunale ad Aosta ci sono stati gli ultimi sussulti di opposizione di Ettore Viérin – “qui parlate ancora dell’Aosta – Martigny, ma è finito il tempo delle favole” – e gli ultimi scampoli di maggioranza di Alder Tonino – “votiamo a favore per senso si responsabilità“. Proprio nelle ore dell’assemblea, infatti, veniva ufficializzato il matrimonio tra Union Valdôtaine e Popolo della Libertà, scaricando il Partito Democratico. In Consiglio nessuno se ne è accorto: questa volta, come tante altre, la politica si è fatta lontano da piazza Chanoux. Buona lettura su AostaSera.it