Così uguali, così diversi. Come complicare la vita all’elettore per fare gli alternativi

| buttato dentro il 17 gennaio 2011 | alle ore 22:01 | da | nelle categorie aosta, news, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

La novità politica è la tridimensionalità. Due delle creature più giovani che si presentano sull’asfittico panorama valdostano la buttano in caciara e si smarcano dalla tradizionale differenza tra destra e sinistra.
I primi sono i fascisti di CasaPound. Non sono di destra, ma di estremo centro alto.
Gli altri, sono i grillini del Movimento 5 Stelle. Non sono di sinistra, tantomeno di destra. Sono avanti.

Così, su due piedi, non riesco a capire quale delle due formazioni sia meno piena di sé…


Gliel’ha iettata

| buttato dentro il 14 gennaio 2010 | alle ore 13:12 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

Paola Binetti, colei che non rappresenta nessuno nel PD eppure ci resta, dichiara che resterà nel partito soltanto se Emma Bonino, radicale candidata alle regionali nel Lazio, perderà.
Lei, la Bonino, intanto ha perso. I sensi.


2826114 votanti

| buttato dentro il 28 ottobre 2009 | alle ore 17:48 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

bibiteChissà quante bibbbite alla macchinetta si stanno prendendo quelli del PD con tutti quei due euri…


Bisogni primari

| buttato dentro il 23 ottobre 2009 | alle ore 20:23 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , | se hai qualcosa da dire leggi i 3 commenti e aggiungine un altro » |

2_euroDopodomani sapremo finalmente chi rovinerà ancora un po’ la sinistra italiana. Se sarà D’Alema, Franceschini o Marino. Ops… Bersani, Franceschini o Marino. Perdonatemi, non sono abituato a fingere.

Comunque, mi è balenata l’idea di andare a votare. Dando al seggio 500 lire e spacciandole per i famosi 2 euro.
Se non si accorgono della burla, sulla scheda scrivo “Binetti iscriviti a Casapound“.
Se si accorgono dello sgarro, “Giustizialisti! E poi dicevate tanto di Di Pietro“…


Giustizia ad orologeria #02

| buttato dentro il 22 ottobre 2009 | alle ore 11:36 | da | nelle categorie politica, satira | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

ceppaloniPorcaccia, questi giudici comunisti hanno architettato tutto a tavolino… Mi obbligano alla dimora fuori regione proprio mentre sto facendo queste importantissime raccomandazioni


Si sa da che parte stanno, a Stoccolma

| buttato dentro il 9 ottobre 2009 | alle ore 12:00 | da | nelle categorie news, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , | se hai qualcosa da dire leggi il commento e aggiungine un altro » |

obama_nobel
Berlusconi: «Cribbio!»


Un incerto compromesso tra la mia anima ed il suo riflesso

| buttato dentro il 20 settembre 2009 | alle ore 19:08 | da | nelle categorie politica | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

riflessoSilvio.
Berlusconi.
Ecco, l’ho detto. Così riesco e riprendere a scrivere su questo benedetto blog, fermo all’ultimo post di qualche mese fa. Nella tag cloud “Silvio Berlusconi” è grande il doppio di ogni altro argomento. Sono ossessionato, ossessivo compulsivo, direi. Un po’ come la grande voce del PD, che incalza il governo e il premier ogni giorno dalle prime pagine dei giornali. Un po’…

Silvio Berlusconi nei giorni scorsi se ne è uscito dicendo che lui è il miglior premier in 150 anni. E non lo ha fatto per il Centocinquantenario dell’Unità d’Italia o in qualche occasione particolare. Lo ha fatto parlando con Zapatero, giusto per pisciare un po’ lungo con qualche straniero che lo apprezza. Giusto per rendersi simpatico al collega komunista spagnolo.
Quando Zapatero se ne è andato, Berlusconi ha esclamato anche «De Gasperi gay!» e «Antonio Segni immigrato irregolare». Continua…


Come entrare nel Guinness dei primati: la metropolitana più corta del mondo

| buttato dentro il 3 giugno 2009 | alle ore 16:32 | da | nelle categorie aosta, genialità, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire leggi i 5 commenti e aggiungine un altro » |

Le due linee del metrò aostanoTorino ha inaugurato la sua metropolitana in occasione del Giochi olimpici ed è oggi giunta ad avere una sola linea di nove chilometri e mezzo. Ha 900 mila abitanti e un’area metropolitana da un milione e mezzo.
Milano ha tre linee di metropolitana e arriverà nei prossimi anni a cinque. Oggi conta già 75 chilometri di linee, in parte interrate, in parte a cielo aperto o sopraelevate. Ha 88 stazioni e nelle sole ore di punta trasporta in totale quasi 8 mila persone al giorno.
Genova ha una linea di metropolitana leggera di cinque chilometri, con sette stazioni. La linea ferroviaria delle FS è interrata.
Brescia (190 mila abitanti, mezzo milione nell’area vasta) sta costruendo la propria metropolitana leggera interrata di cinque chilometri e mezzo dopo una discussione durata vent’anni.
Roma ha due linee per circa 38 chilometri. Ha quasi tre milioni di abitanti che non l’amano e non la usano, tanto che ha rischiato più volte il fallimento.

Aosta, 35 mila abitanti, 50 mila circa nell’area metropolitana, studia di costruire due linee di metropolitana per uno sviluppo totale di circa 2600 metri. Roba da Guinness. Una linea nord-sud dall’Ospedale Parini alla Biblioteca regionale alla funivia Aosta – Pila (850 metri in tutto, 12-13 minuti a passo svelto), una est-ovest dall’Arco d’Augusto a Corso Battaglione Aosta, passando per una fermata ai giardini pubblici (1700 metri circa, 25 minuti a piedi, ). Due linee che – almeno per quando annunciato – non si incrociano e non incrociano stazioni ferroviarie o di bus. Continua…


Allò Metrò, la prima metropolitana a chiamata

| buttato dentro il 29 maggio 2009 | alle ore 10:44 | da | nelle categorie aosta, genialità, politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , , , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

UndergroundAosta avrà la sua metropolitana. Per la prima volta una cittadina di appena 35mila abitanti avrà un servizio di trasporto interrato, veloce, economico e a basso impatto ambientale.
Dopo mesi di dibattiti pubblici, discussioni sui principali organi di stampa (esce ormai un’Ansa al giorno), accapigliamenti tra stessi colleghi di partito, studi di fattibilità, procedure e analisi, si è giunti alla conclusione che, in occasione della costruzione del teleriscaldamento per la città e la prima collina, verrà affiancato a questo tunnel anche una talpa che fornirà un servizio a chiamata, scarrozzando chiunque in qualunque punto della città. Dopo “Allò Bus“, l’autobus a chiamata che effettua trasporto tra qualunque fermata stradale di Aosta e collina, “Allò Metrò” effettuerà lo stesso, ma in maniera rapida e meno impattante, e soprattutto senza doversi scontrare con il caotico traffico cittadino.
E’ allo studio anche l’istituzione di “Metrò Nuit“, il servizio notturno: Legambiente però si oppone. «Lo stridore di lame diamantate per aprire un varco nel sottosuolo aostano toglierebbe il sonno a tutti gli abitanti della città, e sarebbe deleterio per lo stambecco albino, che da poco si è stabilito nei giardini pubblici della stazione».
Soddisfatto invece il PD, con Alder Tonino: «Più metropolitano di questo, non ce n’è».


Giustizia ad orologeria

| buttato dentro il 21 maggio 2009 | alle ore 14:04 | da | nelle categorie politica | parlando di gioiosi argomenti quali ad esempio , , , , | se hai qualcosa da dire scrivilo qui » |

orologio

Maledetti giudici comunisti, hanno architettato la scadenza di novanta giorni per depositare le motivazioni di questa sentenza perché cadesse a 20 giorni dalle elezioni europee!
E pensare che tre mesi fa Mr. Silvio Berlusconi non si era accorto di niente…